.
Annunci online

  SapereAude [ Poeticamente abita l'uomo su questa terra... ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


L'idea da dove nasce questo blog
L'assassino di Dio
La malinconia è il mio amante più fedele
Ho fondato la mia causa su nulla

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


21 giugno 2006

Corriere: Spot sul referendum: diffida a Mediaset

ROMA - La Commissione Servizi e Prodotti dell’Autorità per le Comunicazioni, dopo aver rivolto nei giorni scorsi alle emittenti televisive nazionali un invito alla corretta applicazione delle disposizioni in materia di comunicazione politica contenute nel regolamento emanato dall’Autorità per il referendum popolare indetto per il 25 e 26 giugno 2006, ha diffidato Mediaset a non continuare la trasmissione di spot informativi che per la parcellizzazione e l’incompletezza delle informazioni fornite enfatizzino aspetti particolari della complessiva consultazione referendaria.
IL 14 GIUGNO L'ULTIMO MONITO - Dopo aver varato a fine maggio il regolamento per la comunicazione politica sul referendum, l'Authority aveva rivolto il 14 giugno un nuovo monito alle emittenti televisive, invitandole al «rigoroso rispetto dei principi di obiettività, correttezza, equità, lealtà, imparzialità e completezza dell'informazione», in particolare evitando, nei messaggi e nelle schede, «le sottolineature suggestive di particolari profili». Mediaset si era comunque difesa sottolineando di aver svolto un «servizio civico necessariamente semplificato ma corretto ed equilibrato» nella campagna di informazione sul referendum. Tale campagna - aveva spiegato Cologno Monzese - era stata suddivisa «in quattro diversi spot per rendere comprensibile ogni singolo messaggio ed evitare di concentrare in pochi secondi tutti i contenuti al centro della consultazione» e che in ogni caso andava considerata nel suo insieme.
CARRA: «GIUSTO L'INTERVENTO DELL'AUTHORITY» - Per l'esponente della Margherita Enzo Carra, «ha fatto bene l'Authority a intervenire sugli spot ingannevoli trasmessi da Mediaset in vista del referendum. Ora l'azienda provveda a recepire la diffida, non li mandi più in onda e risarcisca il fronte del No, che è stato gravemente penalizzato da una campagna di parte a favore del Sì».
MALAN: «SCELTA INCOMPRENSIBILE» - «È incomprensibile e sorprendente che l’Autorità per le comunicazioni abbia bloccato l’informazione di Mediaset sul referendum costituzionale» ha detto il senatore di Forza Italia Lucio Malan, membro del Comitato per il Sì.
21 giugno 2006




permalink | inviato da il 21/6/2006 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio        luglio


...LASCIATE UN COMMENTO,
O VOI CHE ENTRATE...

Da quando ho iniziato il blog,
questi libri hanno segnato la mia anima
...
Critica della ragion pura,
Il ritratto di Dorian Gray,
Così parlò Zarathustra,
Faust,
Le pagine polverose di Ask the Dust,
L'Unico.


Da quando ho iniziato il blog,
questi autori hanno corrotto il mio spirito...
Holderlin,
Nietzsche,
Bukowski,
Saramago.


Da quando ho iniziato il blog,
queste frasi hanno influenzato la mia mente...
- La materia è sorda alle intenzioni dell'arte. (Dante) 
- L'uomo è condannato ad essere libero. (Sartre)
- Da quando ho imparato a camminare, 
mi piace solo correre. (Nietzsche)
- La libertà non sta nel poter scegliere tra bianco e nero,
ma nel potersi sottrarre a qesta scelta prescritta. (Adorno)
- Qualsiasi stronzo è capace di trovarsi un lavoro:
invece ci vuole cervello per cavarsela senza lavorare. (Bukowski)
- Scuotere la gente, svegliarla dal suo sonno,
pur sapendo di commettere in tal modo un crimine e che sarebbe
mille volte meglio lasciarvela perseverare, poichè comunque,
quando si sveglia, non si ha nulla da proporle... (Cioran)
- L'ozio è il padre di ogni filosofia.
E che? La filosofia - sarebbe un vizio? (Nietzsche)
- O si pensa o si crede. (Schopenhauer)
-Si dice di Dio: <<Nessun nome può nominarti.>>
Ciò vale anche per me: nessun concetto mi esprime,
niente di quanto viene indicato come mia essenza mi esaurisce;
sono solo nomi. (Stirner)
-Un uomo intelligente non può in verità diventar nulla
e solo gli sciocchi diventano qualcosa. (Dostoevskij)
-Sì, la mente va tenuta ben aperta, ma non così tanto
che il cervello ne cada fuori. (Sagan)
-Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola:
solo gli imbecilli sono sicuri di quello che dicono. (Voltaire)
-La questione è sapere se con la verità
si farà mai la felicità. (Zola) 
-Quello che chiamano progresso è la sostituzione di una seccatura con un'altra. (Elliss)

Blog nato il...
9 maggio 2005

Presupposto fondamentale di questo blog...
L'esattezza delle citazioni, è una virtù più rara
di quel che si pensi. (Pierre Bayle)


APPELLO BLOG!
NON SPORCO!
AGGIUNGIMI TRA I TUOI PREFERITI!
HO BISOGNO SOLO DI ESSERE LETTO
E COMMENTATO QUALCHE VOLTA!


------->
.....NON SONO SICURO CHE IL MIO SIA UN BLOG.
E' PIU' CHE ALTRO UNA RACCOLTA DI AFORISMI,
ACCRESCIUTA OGNI GIORNO, FATTA SOPRATTUTTO
PER TENERLI LI', IN MODO DA RITROVARLI CON
FACILITA', OGNI QUALVOLTA NE AVESSI BISOGNO.....

<-------

-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-
MEMENTO.
Tutti parlano di politica, come se fosse una cosa
importante. Preferisco parlare d'altro, o meglio,
preferisco ascoltare.
_-_-_-_-_-_-_-_-_-_

-IO GUARDO-


______________________________
STUDIO APERTO
     NON E' UN TELEGIORNALE, 
         BOICOTTIAMOLO!

______________________________


:::OLTRE 28000 VISITE!!!:::
(Non più di 1000
secondo la procura)

  
TOP50 HA CHIUSO.
E' SPARITO IL LOGO,
RICORDO COMUNQUE
QUELLA BELLISSIMA INIZIATIVA
CON QUESTE PAROLE.


SPONSORIZZATO DA:

L'UNICO PROGRAMMA DI
TELEPROMOZIONI CULTURALI
.




L'urlo, Munch.
"Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole
tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue,
mi fermai, mi appoggiai stanco morto a un recinto sul fiordo
nerazzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco.
I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora
di paura e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura
".




Wikipedia, l'enciclopedia libera.



la Casa della Cultura è un’associazione di persone
che credono nella democrazia culturale e cercano
di approfondire e divulgare gli ideali di libertà,
autonomia, consapevolezza e tolleranza.




Giardino delle delizie, Bosch.


-CONTRO OGNI CHIESA-