.
Annunci online

  SapereAude [ Poeticamente abita l'uomo su questa terra... ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


L'idea da dove nasce questo blog
L'assassino di Dio
La malinconia è il mio amante più fedele
Ho fondato la mia causa su nulla

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


30 ottobre 2006

Fromm

Il principale compito dell'uomo nella vita è dare alla luce se stesso.




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 19:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

Epicuro

Se gli dèi esaudissero le preghiere degli uomini, l'umanità verrebbe dissolta a causa di tutti i mali che gli uomini si invocano l'un l'altro.




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 19:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

Zenone di Cizio

Come parlare della Luce se non si è avuto, almeno una volta, l'esperienza del Buio?




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006

Belpoliti

Una volta Gianni Brera, parlando di uno sportivo, un ciclista, notava che era nato e vissuto in provincia: solo in provincia, scriveva, si coltivano le grandi malinconie, il silenzio e la solitudine indispensabili per riuscire in uno sport così faticoso. Non è così anche per lo studio?




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 1:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

Erasmo

Le donne corrono dietro agli stolti; fuggono i saggi come animali velenosi.




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 19:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

Zola

La Scienza ha promesso la felicità? Non credo. Ha promesso la verità, e la questione è sapere se con la verità si farà mai la felicità.




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 19:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


23 ottobre 2006

Epicuro

La morte, il più terribile dei mali, nulla è per noi, giacché quando ci siamo noi non c'è lei e quando c'è lei non ci siamo noi.




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


23 ottobre 2006

I corvi

Sopra l’angolo nero si affrettano
al meriggio i corvi con duro strido.
La loro ombra sfiora passando la cerva
e talvolta li vedi borbottando sostare.

Oh come turbano il bruno silenzio,
nel quale un campo si abbandona all’estasi,
come donna che un grave presentire affascina,
e li puoi talvolta sentire litigare

intorno a una carogna, che chissà dove fiutano,
e improvvisi dirigono a nord il volo
e come funebre corteo dileguano
nell’arie, che per voluttà tremano.

-Trakl-




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006

Holbach

Altrettanto si può dire dell'uomo: questo beniamino della Provvidenza, questo «favorito» di Dio, corre rischi ben più grandi di tutti gli altri animali; dopo aver sofferto tanto in questo mondo, si crede in pericolo di soffrire eternamente nell’altro!




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 16:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006

Erasmo

Non scuola la diresti, ma sala di tortura: non vi si sente altro che lo schiocco delle sferze, lo strepito delle verghe, gemiti, singhiozzi e atroci minacce. Cos'altro possono impararvi i bambini, se non a odiare la cultura? Una volta che quest'odio ha messo radice nei teneri animi, anche da
grandi detestano lo studio.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 14:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006

Epicuro

A dirla schietta preferirei, mentre mi occupo della scienza della natura, parlare come un oracolo di ciò che giova a tutti gli uomini, anche se nessuno lo capisse, piuttosto che adattarmi all'opinione pubblica per godermi il plauso che le folle mi elargirebbero in gran copia.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 14:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 ottobre 2006

Dubos

Rimane un sogno inutile, anche se può essere di conforto, immaginare una vita priva di stress e di problemi vissuta in un mondo libero da preoccupazioni. L’uomo non può sperare di trovare sulla terra il Paradiso, perché il concetto di paradiso è statico, mentre la vita umana è un processo dinamico. L’uomo potrebbe sfuggire i pericoli solo rinunciando all’avventura, abbandonando ciò che caratterizza la condizione umana rispetto al resto degli animali. Fin dalla preistoria, la terra non è mai stata un Giardino dell’Eden, bensì una Valle delle Decisioni in cui l’adattabilità è cruciale per la sopravvivenza. La terra non è un luogo di riposo. L’uomo è stato creato per combattere, non necessariamente per se stesso, ma per un continuo processo di crescita emozionale, intellettuale ed etica. Crescere in mezzo ai pericoli è il destino della razza umana, perché questa è la legge dello spirito.




permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 0:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


12 ottobre 2006

Premio Nobel Letteratura 2006

Orhan Pamuk è stato insignito del premio Nobel per la letteratura con la seguente motivazione: "nel ricercare l'anima malinconica della sua città natale, ha scoperto nuovi simboli dello scontro e intreccio delle culture".

Per informazioni sull'autore, consiglio di dare un'occhiata su wikipedia.




permalink | inviato da il 12/10/2006 alle 14:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


11 ottobre 2006

C. Levi

L'Italia è il paese dei diplomi, delle lauree, della cultura ridotta soltanto al procacciamento e alla spasmodica difesa dell'impiego.




permalink | inviato da il 11/10/2006 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


10 ottobre 2006

Epicuro

La carne non ammette limiti nel piacere, e il tempo che serve a procurarle tale piacere è anch'esso senza limiti. Ma il pensiero che ha appreso a ragionare intorno al fine e al limite di ciò ch'è pertinente alla carne, e che ha soppresso il timore dell'eternità, ci rende possibile una vita perfetta, per cui non sentiamo più l'esigenza di un tempo infinito: esso non rifugge dal piacere ne, quando le circostanze ci portano al momento di uscire dalla vita, può dire di andarsene avendo tralasciato qualcosa di ciò che rende questa ottima.




permalink | inviato da il 10/10/2006 alle 17:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


10 ottobre 2006

Dickinson

Una parola muore appena detta: dice qualcuno. Io dico che solo in quel momento comincia a vivere.




permalink | inviato da il 10/10/2006 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


10 ottobre 2006

Balzac

La felicità materiale riposa sempre sulle cifre.




permalink | inviato da il 10/10/2006 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 ottobre 2006

Erasmo da Rotterdam

Se metti su una bilancia da una parte i vantaggi e dall'altra gli svantaggi, ti accorgi che una pace iniqua è molto meglio di una guerra equa.




permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 16:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 ottobre 2006

Epicuro

Alcuni, durante la loro vita, s'accumulano di che vivere, senza riflettere che a tutti noi la bevanda della nascita fu versata mortale.




permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 16:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 ottobre 2006

Dubos

La vita è un'avventura in un mondo dove nulla è statico; dove eventi imprevedibili e scarsamente comprensibili costituiscono rischi che devono essere affrontati e superati, spesso alla cieca ed a costi molto elevati; dove l’uomo stesso, come l’apprendista stregone, ha messo in moto forze che sono potenzialmente distruttive e possono, ad un certo momento, sfuggirgli di mano. Ogni manifestazione dell’esistenza è una risposta a stimoli e sfide che se non trattati in modo adeguato costituiscono delle minacce. Il processo della vita è una interazione continua fra gli individui ed il loro ambiente, che spesso assume la forma di una lotta che sfocia in ferite o malattie. Più l’individuo è creativo e meno può sperare di evitare il pericolo perché la materia stessa della creazione è costruita di reazioni alle forze che tendono a ferire il suo corpo e la sua anima. Una assenza duratura della malattia non è niente altro che un sogno che si richiama all’immagine di un Giardino dell’Eden progettato per il benessere dell’uomo.




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


4 ottobre 2006

Seneca

Non si è mai troppo vecchi per imparare.




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 ottobre 2006

Pontiggia

Erasmo trovava un modo efficace per difendersi dagli ultimi maestri di Scolastica: si addormentava sui banchi.




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 ottobre 2006

Holbach

È sempre il carattere dell'uomo che stabilisce il carattere del suo Dio; ciascuno si forgia un Dio per suo uso e in base a se stesso.




permalink | inviato da il 1/10/2006 alle 12:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre        novembre


...LASCIATE UN COMMENTO,
O VOI CHE ENTRATE...

Da quando ho iniziato il blog,
questi libri hanno segnato la mia anima
...
Critica della ragion pura,
Il ritratto di Dorian Gray,
Così parlò Zarathustra,
Faust,
Le pagine polverose di Ask the Dust,
L'Unico.


Da quando ho iniziato il blog,
questi autori hanno corrotto il mio spirito...
Holderlin,
Nietzsche,
Bukowski,
Saramago.


Da quando ho iniziato il blog,
queste frasi hanno influenzato la mia mente...
- La materia è sorda alle intenzioni dell'arte. (Dante) 
- L'uomo è condannato ad essere libero. (Sartre)
- Da quando ho imparato a camminare, 
mi piace solo correre. (Nietzsche)
- La libertà non sta nel poter scegliere tra bianco e nero,
ma nel potersi sottrarre a qesta scelta prescritta. (Adorno)
- Qualsiasi stronzo è capace di trovarsi un lavoro:
invece ci vuole cervello per cavarsela senza lavorare. (Bukowski)
- Scuotere la gente, svegliarla dal suo sonno,
pur sapendo di commettere in tal modo un crimine e che sarebbe
mille volte meglio lasciarvela perseverare, poichè comunque,
quando si sveglia, non si ha nulla da proporle... (Cioran)
- L'ozio è il padre di ogni filosofia.
E che? La filosofia - sarebbe un vizio? (Nietzsche)
- O si pensa o si crede. (Schopenhauer)
-Si dice di Dio: <<Nessun nome può nominarti.>>
Ciò vale anche per me: nessun concetto mi esprime,
niente di quanto viene indicato come mia essenza mi esaurisce;
sono solo nomi. (Stirner)
-Un uomo intelligente non può in verità diventar nulla
e solo gli sciocchi diventano qualcosa. (Dostoevskij)
-Sì, la mente va tenuta ben aperta, ma non così tanto
che il cervello ne cada fuori. (Sagan)
-Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola:
solo gli imbecilli sono sicuri di quello che dicono. (Voltaire)
-La questione è sapere se con la verità
si farà mai la felicità. (Zola) 
-Quello che chiamano progresso è la sostituzione di una seccatura con un'altra. (Elliss)

Blog nato il...
9 maggio 2005

Presupposto fondamentale di questo blog...
L'esattezza delle citazioni, è una virtù più rara
di quel che si pensi. (Pierre Bayle)


APPELLO BLOG!
NON SPORCO!
AGGIUNGIMI TRA I TUOI PREFERITI!
HO BISOGNO SOLO DI ESSERE LETTO
E COMMENTATO QUALCHE VOLTA!


------->
.....NON SONO SICURO CHE IL MIO SIA UN BLOG.
E' PIU' CHE ALTRO UNA RACCOLTA DI AFORISMI,
ACCRESCIUTA OGNI GIORNO, FATTA SOPRATTUTTO
PER TENERLI LI', IN MODO DA RITROVARLI CON
FACILITA', OGNI QUALVOLTA NE AVESSI BISOGNO.....

<-------

-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-
MEMENTO.
Tutti parlano di politica, come se fosse una cosa
importante. Preferisco parlare d'altro, o meglio,
preferisco ascoltare.
_-_-_-_-_-_-_-_-_-_

-IO GUARDO-


______________________________
STUDIO APERTO
     NON E' UN TELEGIORNALE, 
         BOICOTTIAMOLO!

______________________________


:::OLTRE 28000 VISITE!!!:::
(Non più di 1000
secondo la procura)

  
TOP50 HA CHIUSO.
E' SPARITO IL LOGO,
RICORDO COMUNQUE
QUELLA BELLISSIMA INIZIATIVA
CON QUESTE PAROLE.


SPONSORIZZATO DA:

L'UNICO PROGRAMMA DI
TELEPROMOZIONI CULTURALI
.




L'urlo, Munch.
"Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole
tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue,
mi fermai, mi appoggiai stanco morto a un recinto sul fiordo
nerazzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco.
I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora
di paura e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura
".




Wikipedia, l'enciclopedia libera.



la Casa della Cultura è un’associazione di persone
che credono nella democrazia culturale e cercano
di approfondire e divulgare gli ideali di libertà,
autonomia, consapevolezza e tolleranza.




Giardino delle delizie, Bosch.


-CONTRO OGNI CHIESA-